CODICE  MORSE

 

 

 

 

Parlare del codice Morse quando ti senti dire: “ non è ormai stato superato dalle nuove e moderne tecnologie?” oppure: il codice Morse è ormai obsoleto, perché impararlo visto che le Forze Armate ed in ultimo la Marina lo hanno abbandonato?.

Nel lontano 1910 chi non sapeva il codice Morse non poteva ascoltare né tanto meno comunicare, con apparecchi “senza fili”.

Oggi però le tecnologie sono cambiate, ma il codice Morse è molto duro a morire.

Non solo radioamatori di una certa età, ma anche molti giovani hanno scoperto che è un metodo per  il quale vale la pena  sacrificare tempo per impararlo, una volta acquisito, comunicare con questo sistema dà realmente piacere e soddisfazione.

Ormai tutti gli operatori sanno che con poca potenza si raggiungono incredibili distanze anche in presenza di eventuali  interferenze “QRM”, o disturbi atmosferici, ed è così che molti appassionati delle piccole potenze “QRP” riescono a farsi sentire dove la fonia fallirebbe sicuramente.

Nel lontano 1850 il codice Morse veniva usato esclusivamente via filo per tutti i tipi di messaggi, questi venivano scritti in punti e linee da un apposito apparecchio su una sottile striscia di carta che veniva fatta scorrere tramite un elaborato sistema di ingranaggi, la striscia veniva interpretata per poi essere tradotta.

Molti operatori riuscirono a interpretare auditivamente il ticchettio della macchinetta ricevente e col tempo diventarono così esperti che iniziarono a colloquiare fra di loro,quasi fosse una semplice chiacchierata.

 

 

Il codice Morse è un linguaggio che va imparato ad orecchio: ogni lettera, numero, simbolo del codice è un suono, UNICO E DISTINTO.

Il suo apprendimento deve risultare gradevole, si tratta pertanto di impararlo divertendosi, solo così si  riuscirà senza alcuna difficoltà.

Imparare il Morse è come imparare a suonare uno strumento oppure dattilografare, stenografare ecc…. ecc….. Potrà sembrare una cosa ripetitiva ma solo così riusciremo ad acquisirlo.

Qualche diapositiva

Adesso qualche consiglio per  chi vuole avvicinarsi al Morse.

 

Innanzitutto dovremo imparare ad abbinare i suoni alle lettere dell’alfabeto, ovvero:

A =  didaa      B = dadididi C = dadidadi e viceversa quando ascolteremo didaa = A e così di seguito.

Poiché  ogni carattere ha un suono unico e con  una propria cadenza,sarà necessario usare esclusivamente le ORECCHIE come unico elemento per decodificare i suoni.

 Liberatevi quindi di tutti gli opuscoletti, schemi scritti o disegnati poiché vi renderebbero l’apprendimento più difficoltoso.

Fate in modo che gli esercizi non siano lunghi così da evitare stanchezza e noia. Ci saranno giorni  in cui riusciremo meno che in altri, ma ciò è normale ,quindi non dovremo scoraggiarci.

All’inizio è consigliabile ascoltare trasmissioni registrate su cassette o generate da computers. Inizieremo con una buona velocità ed una spaziatura maggiore fra le lettere così da poter riconoscere ogni segno trasmesso.

Ascoltate e ripetete ad alta voce la lettera o il numero subito dopo averlo sentito, quando avete acquistato famigliarità e sarete in grado di riconoscerli perfettamente, allora iniziate a scrivere ogni lettera o numero acquisito.

 

Prima di imparare a trasmettere, dovremo essere in grado di ricevere quasi alla perfezione, inizieremo con un tasto verticale e via via con manipolatori che più ci aggradano.

Ovviamente il tasto verticale richiede una buona manipolazione, questa non si apprende in poche lezioni bensì dopo una lunga pratica, mentre per un qualsiasi manipolatore è molto più semplice, produce sempre elementi “di e da” regolari, la spaziatura ovviamente sarà sempre gestita dall’operatore.

Non trasmettete mai ad una  velocità più elevata di quanto siete in grado di ricevere. Per una corretta trasmissione sarà meglio usare una velocità inferiore: molte difficoltà di ricezione sono in realtà dovute  alla cattiva trasmissione.

 

Queste sono solo alcune delle regole essenziali per diventare un buon Telegrafista.

Per chi fosse interessato, la Sezione organizza annualmente, su richiesta, corsi per l’apprendimento del codice Morse che si terranno nei locali della Sezione stessa.

 

                                                                                  73 cordiali  IK1AAS  Bruno